Riflessione sull’ItalBasket

ital-basket

Che fino ad ora si sia fatto qualcosa di a dir poco straordinario è un dato di fatto. Eravamo partiti con esili speranze di passare il primo turno, col tentativo di giocarcela con la Russia, e ora ci ritroviamo alla seconda fase dell’Europeo come unica squadra imbattuta. Tutti eravamo convinti che senza Hackett, Bargnani, Mancinelli, Gigli e, soprattutto, Gallinari non avremmo fatto molta strada. Con un solo lungo di ruolo (Cusin), con tanti giovani di belle speranze (Melli e Gentile su tutti) e con gente fino all’altro ieri sconosciuta (Rosselli), in pochi avrebbero scommesso su questa Italia. 

E invece, con ottime prestazioni, ci ritroviamo alla seconda fase del Campionato Europeo. Ora la strada si fa veramente dura. Nel prossimo girone dovremo affrontare 3 squadre piuttosto toste: i padroni di casa della Slovenia, i croati di Repesa e, soprattutto, le furie rosse della Spagna.

Oltre ai noti NBA Belinelli e Datome, questa Nazionale può contare sull’apporto di gente che sorprende sempre di più: Cusin e Cinciarini su tutti, che nella partita contro la Grecia si sono presi una mini-rivincita contro il loro ex allenatore Trinchieri. Ma anche Aradori, Gentile, Poeta e Melli strappano grandi applausi.

 

Analizziamo la situazione: abbiamo 3 delle prime 4 per rimbalzi presi, e le 3 squadre che hanno preso meno rimbalzi di noi le avevamo tutte nel girone. Solo la Georgia fa meno palle perse di noi. Infine, siamo primi per percentuali dai 3 punti, ma siamo anche quelli con meno tiri tentati.
Ora, questa è un’analisi molto rapida che ci serve a capire che non sarà facile. Siamo però sicuri del fatto che Pianigiani saprà preparare al meglio queste partite. Ma, soprattutto, abbiamo dalla nostra 2 cose: il primo è il vantaggio in classifica: l’Italia sarà l’unica a partire da 4 punti mentre tutte le altre partiranno da 2, a differenza della Grecia che partirà da 0 dopo le sconfitte contro di noi e contro la Finlandia. I greci saranno il nostro primo allenato. Se vogliono provare a passare dovranno per forza sgambettare Slovenia, Croazia e Spagna, avvantaggiando noi. Il secondo punto a nostro favore è il gruppo.I ragazzi sono molto legati tra loro, si incoraggiano, si incitano e giocano di squadra.

L’appuntamento è per domani alle 21 a Lubiana, dove affronteremo i padroni di casa sloveni. Avremo bisogno dell’apporto di tutti. La tensione sale. L’orgoglio azzurro e la carica per questa Nazionale anche.

#ForzaAzzurri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...