Quando nemmeno una pizza avvelenata fermò Micheal Jordan

mj

A distanza di 16 anni ecco la verità sul “sick game” di Michael Jordan: era il 1997 quando MJ fece una partita incredibile durante la serie della finale NBa contro gli Utah Jazz. Nonostante un’intossicazione alimentare e una febbre da cavallo, il campione dei Chicago Bulls fu in grado di trascinare i propri compagni al successo da protagonista, segnando 38 punti, 5 assist, 7 rimbalzi e soprattutto il canestro decisivo per il 90-88 finale.

Ma quale fu la causa del malore di Michael? Lo rivela Tim Grover, al tempo personal trainer del campione dei Chicago Bulls. E’ probabile che qualche tifoso, poco sportivo, abbia fatto un bello scherzo ai campioni di Chicago: “Sono arrivate cinque pizze e io ne prendo una e dico “Ho un cattivo presentimento, ho davvero un brutto presentimento”. L’unico a non ascoltare i timori di Grover è proprio Jordan che, affamato, divora senza pensarci su la pizza fumante: “Verso le due di notte mi chiamano dalla sua stanza – continua Grover – Lo trovo sul letto in posizione fetale. Lo guardo. Cerco le medicine, ma immediatamente capisco che non è febbre, ma intossicazione alimentare”.

Poco male: MJ giocherà e vincerà quella partita contro Utah e trascinerà i suoi anche in quella successiva, conquistando il quinto anello in sette anni. Il resto è storia…

(Fonte: Curiosport – Yahoo!-Sport)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...