Top & Flop Serie A Basket – 4° giornata di ritorno

legabasket

Vittoria esterna dell’Olimpia Milano; Varese e Sassari continuano a scappare; cadono Roma, Cantù e Siena.
Andiamo subito a scoprire i Top e i Flop di questa 19esima giornata:

TOP

Scavolini Pesaro: Un primo posto doveroso tra i Top di questa settimana. La squadra marchigiana compie il miracolo di battere, sul proprio campo, i freschi vincitori della Coppa Italia. “Annulato” Moss e scelto Sanikidze come bersaglio su cui spendere fallo per far tirare i libire, la squara di Zare Markovski trova 2 punti fondamentali nella rincorsa alla salvezza.

Greg Brunner: Sarebbe stato più semplice, per me che scrivo, trovare la solita guardia afro-americana da inserire tre i Top. Ma quando vedi la prestazione di un lungo che fa 26 punti con un 3/3 da 3 punti, non puoi far finta di nulla. Greg ha decisamente tenuto a galla Reggio per quasi tutta la partita: rimbalzi, bombe, palle recuperate e chi più ne ha più ne metta. Peccato per quel 1/5 ai tiri liberi…

Antonis Fotsis: Incredibile ma vero! Fotsis è tra i Top di questa rubrica! In 2 anni di permanenza milanese non ho mai visto il greco fare partite del genere. Con il suo 5/5 da 3 punti, Milano spezza le gambe a Roma in più riprese. A queste vanno aggiunti i 7 rimbalzi, i 21 punti finali e il 28 di valutazione complessiva. Incredibile!

FLOP

Viktor Sanikdze: Puoi anche prendere 12 rimbalzi e fare 18 di valutazione, ma se tiri i liberi in quel modo orrendo, non sei stato di certo d’aiuto alla tua squadra. Un 5/12 complessivo che sa molto di “Se li avesse segnati, magari avremmo vinto…”.

Acea Roma: La partita con Milano dimostra quanto i capitolini siano totalmente dipendenti da Gigi Datome. Senza di lui è un’altra squadra. Da segnalare il terrificante plus minus di Goss: -21 Datome si ri-conferma giocatore che sposta gli equilibri.

Pallacanestro Cantù: Ti fai oltre 1000 km di strada per poi giocare un partita così brutta. Anderson, Tyus, Mancinelli e Brooks non pervenuti. Si sapeva che il campo di Brindisi fosse difficile per chiunque, ma la partita di Cantù non c’è stata.

Alessandro Assad

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...