Lezioni di cultura agli stranieri – La Premier League tra razzisti e Bad Boys

razzismo premier

Gli stranieri della Premier League (calciatori ed allenatori) dovrebbero andare a lezione di cultura britannica, per non incappare in scivoloni linguistici che potrebbero portare ad un’accusa di razzismo, sul modello del negrito usato da Luis Suarez nei confronti di Patrice Evra e pagato con 8 giornate di squalifica. Questa è una delle proposte dell’English Football Inclusion and Anti-Discrimination Action Plan. La FA propone inoltre un minimo di 5 turni di squalifica per i presunti razzisti. Il razzismo è un problema dilagante nel calcio inglese: oltre al fattaccio Suarez-Evra, c’è poi stato Terry che offese i genitali della madre di Anton Ferdinand e Kolarov che insultò 2 tifosi albanesi del Newcastle.
Ma il razzismo è solo uno degli attuali problemi del calcio inglese: stanno infatti tornando i Bad Boys. Il calcio di Balotelli ad Evans nel derby di Manchester, la testata di Fellaini dell’Everton a Shawcross dello Stoke e la recente rissa tra Van Persie e Williams in Swansea-ManUtd.

Alessandro Assad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...