Top & Flop Serie A Basket – 10° giornata

legabasket

Ecco i risultati della 10° giornata:

Trenkwalder Reggio Emilia – Enel Brindisi 75-78
Acea Roma – Cimberio Varese 91-87
SAIE3 Bologna – Scavolini Pesaro 76-58
Juve Caserta – chebolletta Cantù 76-74
Vanoli Cremona – Umana Venezia 92-88
Sutor Montegranaro – Angelico Biella 82-75
EA7 Milano – Banco di Sardegna Sassari 80-86
Montepaschi Siena – Sidigas Avellino 101-65

Ecco i migliori ed i peggiori di questo decimo turno:

TOP

Jonathan Gibson e Stefano Gentile: Si potrebbe dire che questa è stata la giornata delle bombe sul filo della sirena! Il primo, dopo non aver fatto praticamente nulla (2/6 da 2 pt, 1/3 da 3 pt, 4 perse e 4 falli in 24′), spara la bomba della vittoria brindisina da più di 9 metri, allo scadere. Il secondo, che ha fatto molto più dell’americano, ha segnato la bomba che ha permesso a Caserta di andare all’overtime (poi vinto) contro Cantù. Potremmo dire che “buon sangue non mente”!

Gani Lawal: Grandissima prestazione del centro di origine nigeriana dell’Acea Roma: 10/10 da 2 punti (con 6 schiacciate!) per lui. Grazie anche al suo grande apporto Roma è riuscita a fermare la fuga di Varese. Se solo tirasse un po’ meglio i liberi…

Montepaschi Siena: Finalmente una prestazione degna dei campioni d’Italia! +36 su Avellino che nulla può contro la corazzata senese. Ottima prestazione Bobby Brown, che oltre a 20 punti (secondo miglior realizzatore dell’incontro dopo Kangur), colleziona anche ben 8 assist! Da segnalare anche i primi punti (3) di Federico Neri, playmaker classe 1995.

FLOP

Tifosi di Milano: Bruttissimo episodio, ieri, all’uscita dal Forum con protagonisti i tifosi di Milano e i sostenitori sardi. Pare, infatti, che a fine partita, mentre i supporters della Dinamo raggiungevano le proprie auto, siano stati aggrediti da un gruppo di tifosi di Milano che li aspettavano nascosti, armati di spranghe. Gesto vile e vigliacco che non può e non deve accadere nel mondo della palla a spicchi.
Ci sarebbe piaciuto più parlare di basket qui, piuttosto che di tifoserie.

Max Menetti: Il coach reggiano deve spiegare delle scelte che hanno lasciato perplessi tutti i tifosi reggiani: perchè fare fallo sul 73 pari a 20″ dalla fine, mentre a 13″ sul 75 pari, no? Ma soprattutto, perche è insistere con Brunner, Taylor e Cinciarini, che ieri sono stati inguardabili? Non era forse meglio provare a rimettere in campo Cervi, Filloy e Silins?

Scavolini Pesaro: Qui non è questione di allenatori. Zare Markovski è sicuramente un ottimo allenatore, di grande esperienza, ma di certo non ha la bacchetta magica e compiere il miracolo di far vincere una squadra in meno di una settimana di lavoro in palestra. C’è che, tolti Crosariol e Cavaliero gli altri stanno deludendo tantissimo fino a qui.

Alessandro Assad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...