Le magnifiche quattro

Implacabile come un macigno, è arrivato il verdetto, e le quattro migliori squadre d’Europa sono uscite dalle sfide dei quarti.

Come la maggior parte di voi saprà sono Portogallo, Germania, Spagna e Italia. Gli accompiamento in base al cartellone degli Europei prevedono il derby iberico Portogallo – Spagna, e la riedizione della semifinale di Coppa del Mondo 2006 tra Germania e Italia.

Le quattro partite dei quarti di finale, hanno senza dubbio svelato le carte in tavola e sciolto le riserve su qualche nazionale considerata eterna incompiuta.

Le semifinaliste:

Portogallo: il nome della nazionale è ormai indissolubilmente legato a quello di Cristiano Ronaldo. Il gioiello di Madeira è finalmente uscito dal guscio degli imbarazzi e pressioni mediatiche. E’ tornato ad essere lo schiacciasassi di Madrid, e con lui li davanti a comandare l’attacco Paulo Bento può dormire sonni tranquilli. Dominare la Repubblica Ceca è stato facile, anche se non scontato, adesso la Spagna. Qui sarà tutta un’altra musica e i muscoli di Mereilles e Veloso saranno indispensabili, senza contare l’esperienza madrilena di Pepe e Contreao. Non sarà facile e restano molte ombre. Voto: 7+

Spagna: I pronostici la volevano, qui tra le prime quattro. Leggendo la rosa sembrava una cosa scontata ma non lo è stata fino alla fine. Hanno si battuto e dominato la Francia, ma la squadra sembra ancora lenta, fatica a far girare i suoi campioni. La cosa strana è amplificata dal fatto che i nazionali spagnoli si conoscono a memoria, e gli schemi di Del Bosque sono quelli che da sempre sono abituati a fare nei club. La semifinale è senza dubbio alla sua portata, e la difesa del titolo sembra più vicina, quello che ora si deve provare è svegliare tutti dall’appagamento e da un torpore ormai troppo lungo. Voto: 7

Germania: Sempre più forte. Low fa riposare quattro titolari e schiaccia la Grecia. Va bene l’impegno era forse il più facile del turno, ma il modo di giocare conta. Cinica, spietata, insomma la favorita. Klose, Mario Gomez, Reus, Goetze solo per citarne alcuni sono campioni di livello assoluto che saranno difficili da battere per l’Italia tutta cuore e fantasia. La nazionale tedesca è arrivata qui con grandi ambizioni e sta dando il giusto valore alle gare che affronta. I due gol presi dalla Grecia sono comunque un campanello d’allarme, la difesa scricchiola, una cosa da tenere in forte considerazione. Voto: 8

Italia: Avanti con il cuore, e con la fantasia. Il titolo per me è azzeccato. Non è una nazionale dai grandi numeri, ci sono campioni e giocatori di livello europeo, ma nulla più. Rispetto a Spagna e Germania abbiamo la panchina un po’ più corta, e qualche giocatore portato in nazionale fatica a trovare consensi. Ma si sa è così, la nazionale o siamo o si odia, e come al solito nel momento di maggiore difficoltà lei si esalta. L’Italia che ora affronta i panzer tedeschi, ha dalla sua un Balotelli in più e un Pirlo che può scardinare la difesa germanica. Il gruppo conterà moltissimo e lo spirito sembra quello giusto. Voto: 7+

Le eliminate:

Grecia: la forza d’animo non basta, c’è chi sperava in una riedizione di Portogallo 2004, ma era decisamente un’impresa impossibile. La quadra torna a casa con un buon risultato, che deve cercare di essere la spinta per un movimento senza denaro, che fatica a rimanere a galla. Due gol alla Germania sono decisamente un buon punto di partenza. Voto: 6

Repubblica Ceca: Come per la Grecia, il risultato è buono, si è lavorato per arrivare fino ai quarti. Ma la volontà non basta. La squadra risente un po’ anche anagraficamente, i giocatori chiave cominciano ad essere stanchi e in fase calante. E’ una nazionale che ha bisogno di nuovi innesti e che deve considerare questo Europeo la base del rilancio. Voto: 5,5

Francia: Inconcludente, incostante, incapace. Gli aggettivi dispregiativi si possono sprecare. La squadra non c’è e Blanc non riesce a far gruppo. I campioni ci sono, tutti abituati a grandi palcoscenici, conoscono gli avversari e sanno come temerli. Ma gli schemi non ci sono, la voglia neppure. Europeo da dimenticare in fretta e staff tecnico pure. Voto: 2

Inghilterra: Solo la fortuna l’ha tenuta a galla contro l’Italia fino ai rigori. Il collettivo potrebbe dare di più e considerata l’età della squadra, relativamente giovane ci sono buoni margini per i prossimi mondiali. Ma la scelta di Hodgson è opinabile sotto molti aspetti. La FA deve decisamente tracciare una strada ben battuta se non vuole un altro flop. Voto: 5

Filippo Mancini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...