Si LeBron, sei un CAMPIONE!

OMFG I think it just hit me, I’m a CHAMPION!! I AM a CHAMPION!!

E’ ancora incredulo LeBron, e lo si capisce da questo tweet di stamattina. Solo poche ore fa, l’MVP di queste finals e i suoi Miami Heat hanno disintegrato i Thunders di Durant, Westbrook e Harden, vincendo il secondo titolo della loro storia, chiudendo la serie sul 4 a 1.

Quella di stanotte è stata una partita che non c’è mai stata. OKC non ha fatto vedere gli “occhi della tigre”, quelli che bisognerebbe avere quando sai che non hai un domani. Gli Heat partono subito fortissimo, guidati da un Mike Miller indemoniato, che con un 4/4 dai 3 punti, ha avuto fin da subito la strada in discesa. Il resto è solo LeBron, che con un’altra tripla doppia guida i suoi al titolo.

I Thunders sono sicuramente la delusione più grande di questa post season. Dopo essere partiti fortissimo in questi playoff ed aver eliminato in sequenza Dallas (i campioni in carica), Lakers e Spurs (dopo essere stati sotto 0-2 nella serie) ed aver vinto la prima partita di queste finals, la squadra di Oklahoma City è magicamente scomparsa. Perso l’apporto importantissimo di Harden, che in questa serie non ha mai fatto vedere il suo vero valore, OKC non ha più saputo vincere. Resta però la convinzione di tutti che questo gruppo di giovani possa far molto bene in un futuro non molto lontano, e che anzi, posso vincere già la prossima stagione il titolo.

La corazzata della Florida, messa insieme nell’estate 2010 dal presidentissimo Pat Riley, centra così l’obiettivo solo sfiorato un anno fa, quando la marcia si fermò in finale contro i Mavs di Nowitzki. I critici erano già pronti a sguazzare nella marea di cose che si potevano contestare ai ragazzi di coach Spoelstra, come quel battibecco tra Wade e lo stesso allenatore di Miami. Gli Heat quest’anno sono stati, forse, più squadra, e hanno potuto contare sull’apporto di tutti i giocatori e non solo sui soliti Big3. Ne è l’esempio più vivo proprio quel Miller che stanotte ha chiuso con 23 punti e un 7/8 da 3 punti. O anche Shane Battier, che nelle precedenti partite della serie è stato uno dei giocatori più “in palla” di Miami, o Mario Chalmers, sempre presente nei momenti di bisogno dei suoi.

 

Si sono dette tante cose su di me negli ultimi due anni. La scorsa stagione ho ascoltato troppo i miei critici; volevo dimostrare loro che si sbagliavano nei miei confronti, ma facendo così ho perso di vista quello che era davvero importante. Paradossalmente la cosa migliore che poteva capitarmi è stata proprio la sconfitta nella finale dello scorso anno, ho capito tanto cose. Ho capito che avrei dovuto essere più umile, ho lavorato tantissimo nella offseason e i risultati mi hanno premiato. Sognavo da bambino questo momento e finalmente è arrivato. Non potrei essere più contento.

Queste sono state le parole di King James, nel post partita. Un James sicuramente più maturo, a cui tutte le critiche e le batoste di questi anni hanno insegnato qualcosa. E’ un LeBron più decisivo ora. Accusato spesso e volentieri di “nascondersi” nei momenti chiave delle partite importanti, il prescelto, ha risposto con prestazione mostruose in questa serie finale, andando a prendersi quel titolo che già 2 volte aveva sfiorato, nel 2007 con Cleveland e la stagione scorsa con gli Heat, appunto. Resta ora da capire quando e se avrà voglia di scendere dal suo trono, il Re. Ma questi sono problemi che riguardano il futuro, ed è presto per parlare di futuro. Lasciategli vivere, ora, quello che ha inseguito per 9 lunghi anni. Lasciatelo godere in pace, dopo che ha dovuto convivere con l’etichetta di eterno perdente. Lasciategli realizzare che ce l’ha fatta, che è un CAMPIONE!! Complimenti LeBron.

Alessandro Assad

Annunci

One thought on “Si LeBron, sei un CAMPIONE!

  1. Pingback: Draft, mercato e free agent: il mondo NBA non va mai in vacanza | Time Out!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...