Siena 6 fantastica

Nessuno, prima di loro, ci era riuscito. Vincere il campionato italiano di basket per 6 stagioni consecutive non è certo roba per tutti. Ci è riuscita solo Siena, vincendo il settimo scudetto della sua storia, di cui sei consecutivi, appunto. La squadra toscana è stata la più forte, ancora una volta. I ragazzi di coach Pianigiani hanno dimostrato di essere i migliori, battendo l’unica squadra in grado di poterli impensierire: quell’Olimpia Milano liquidata 4 a 1 nella serie finale.

La MensSana è stata l’unica società, nel corso di questi anni, che cambiando sempre poco, è riuscita quell’equilibrio che la ha permesso di scrivere la storia. Piccoli innesti, ma sempre azzeccati, come McIntyre, McCalebb, Lavrinovic, Kaukenas, Stonerook e via dicendo. Ma soprattutto da Recalcati a Pianigiani. Quel giovane coach italiano che ha fatto della disciplina e dell’ordine la sua chiave di vittoria.

Ora il futuro però è incerto, il ciclo è probabilmente finito, colpa sicuramente di un budget decisamente più limitato per l’anno prossimo. Stonerook, Andersen, McCalebb e lo stesso Pianigiani. Chissà chi rimarrà? Chissà come sarà Siena il prossimo anno? Chissà se continuerà a dominare e a scrivere la storia? Domande queste che a Siena non vogliono sentire, almeno per il momento. Ed è giusto così. E’ giusto che ora il club senese si goda il suo momento, il suo scudetto.

Chi esce rafforzato da questa finale è probabilmente Milano. La squadra di Scariolo, composta da un mix di super campioni e giovani in rampa di lancio, ha quasi sempre dato battaglia, e tranne che per un’unica sconfitta pesate (gara 2), ha sempre lottato fino alla fine coi campioni. Come ieri. Da un -22 è riuscita a risalire fino ad un -6, perdendo comunque la sfida coi più forti. Ma il progetto dell’Emporio Armani c’è e darà i suoi frutti, ne sono sicuro. Giovani come Melli, Gentile e Radosevic hanno fatto vedere che ci sono e che la prossima volta saranno più pronti ad una sfida del genere. Inoltre, Scariolo è un ottimo allenatore e anche questo inciderà nel futuro dell’Olimpia. Ci sarà solo da vedere come verrà “ristrutturata” la squadra la stagione prossima. Dei cambi sono necessari. Come quell’Omar Cook troppo discontinuo in questi playoff. Già si parla dell’italianissimo Hackett. Staremo a vedere.

Intanto anche in Spagna il campionato di basket ha dato il suo verdetto: è il Barcellona a vincere la liga ACB, nella finale contro il Real Madrid. La serie è stata decisa a gara 5, l’ultima. A spuntarla, come detto, sono stati i catalani allenati da Pasqual, trascinati da Vazquez, Mickeal e Lorbek.

Ora, mentre tutti i campionati di pallacanestro volgono al termine, non ci resta che concentrarci sull’NBA. Le finals, come già scritto, sono cominciate e vedono Miami avanti 2 a 1 nella serie con Oklahoma City. Vi terremo informati anche sul basket d’oltre oceano.

 

Alessandro Assad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...